Contatti » cic@compost.it

Campagna #UNSACCOGIUSTO

Thursday, 09 June 2016 17:22

AL VIA LA CAMPAGNA DI LEGAMBIENTE #UNSACCOGIUSTO

 

Roma 9 Giugno 2016

Cosa si nasconde dietro un semplice sacchetto di plastica per la spesa, uno di quelli che in Italia per legge dovrebbe essere biodegradabile? Difficile immaginare che la mano della camorra sia arrivata a compromettere anche questo settore? E che per difendere questo giro d’affari illegale sono state anche uccise due persone? Per denunciare questo racket Legambiente lancia oggi la campagna #UnSaccoGiusto, testimonial d’eccezione Fortunato Cerlino - alias Pietro Savastano, il superboss della serie Tv Gomorra - che ha prestato la sua immagine per un corto di denuncia su questo nuovo business della criminalità organizzata. Parliamo di un giro d’affari considerevole che ruba fatturato all’economia sana, sottrae risorse all’erario e danneggia l’ambiente e i cittadini. Si considera che circa la metà dei sacchetti in circolazione siano illegali, un volume pari a circa 40 mila tonnellate di plastica, una perdita per la filiera legale dei veri shopper bio pari a 160 milioni di euro, 30 solo per evasione fiscale. Una filiera nera che danneggia chi produce correttamente bioplastiche compostabili e disincentivagli investimenti nel settore. Il tutto senza considerare i gravi danni all’ambiente e al mare, oltre all’aggravio dei costi di smaltimento dei rifiuti quantificato in 50 milioni di euro.

 

Segui la campagna #UnSaccoGiusto su www.legambiente.it/unsaccogiusto
Facebook e Twitter Legambiente Onlus #UnSaccoGiusto

 

Il Comune di Sanremo sta avviando in questi giorni la raccolta porta a porta sul proprio territorio Comunale, ed AMAIE, l'Azienda di servizio del Comune provvederà ad eliminare progressivamente il sistema di conferimento mediante contenitori stradali.

In tale contesto un'apposita ordinanza sindacale emessa in questi giorni ricorda a tutti gli esercenti di attività commerciali ed artigianali che operano sul territorio comunale, sia posto fisso che itinerante, di fornire ai consumatori, per l'asporto delle merci acquistate, sacchetti non conformi a quanto disposto dall'art. 2 del D.L. 25/01/2012, n.2, convertito in Legge 24/03/2012, n. 28.

Si tratta di un'ottimo esempio di iniziative di sensibilizzazione a livello dei singoli Comuni volte sia a fare rispettare una norma di Legge e contemporaneamente a promuove l'impiego di sacchetti compostabili per la raccolta della FORSU, sacchetti realizzati in conformità alla norma armonizzata UNI EN 13432-2002 secondo le certificazioni rilasciate da organismi accreditati.

 

MR, giugno 2016

Page 3 of 3